• Chi Siamo

    Chi Siamo

    La G.E.N.I. S.r.l. è una società con sede a Palermo formata da professionisti, qualificati dal CEPAS, FITA CONFINDUSTRIA, ANGQ, BSI, EARA, RiNA Industry, AICQ.
  • I nostri clienti

    I nostri clienti

    I nostri clienti si collocano nel settore del commercio, della produzione e dei servizi, oltre che tra gli Enti della Pubblica Amministrazione
  • Risorse Aziendali

    Risorse Aziendali

    Con la G.E.N.I. Srl collaborano Ingegneri Gestionali, Ingegnere Ambientale, Ingegnere Meccanico, Ingegnere Elettronico, Ragioniere Commercialista, Revisore Contabile, Agente e Rappresentante di Commercio, Tecnico competente in Rilevazioni Ambientali.
  • 1
  • 2
  • 3

Prodotti alimentari: le sanzioni in tema di indicazioni nutrizionali e sulla salute

Il Decreto Legislativo 7 febbraio 2017, n. 27 recante "Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 1924/2006 relativo alle indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari" introduce una serie di sanzioni per gli operatori del settore alimentare, che violino la normativa in materia di indicazioni nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari.

Qualora la violazione venga reiterata le autorità possono disporre la sospensione dell’attività o il ritiro della licenza all’operatore del settore (art. 12).

 

Leggi tutto

Risparmio energetico, da oggi le domande per 100 milioni di euro alle imprese del Sud

Da oggi le imprese del Sud possono presentare domanda di contributo per il bando previsto dal DM 7 dicembre 2016 che promuove, con uno stanziamento di 100 milioni di euro, l’efficientamento energetico delle aziende in Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.
Risparmio energetico: domande per l’agevolazione

Le domande possono essere inviate a partire dalle ore 12.00 di oggi esclusivamente online, attraverso la piattaforma Invitalia dedicata. L’impresa (o la rete di imprese) proponente può presentare domanda online attraverso il suo rappresentante legale o un procuratore speciale.

Leggi tutto

Cyber security, lavori in corso per regole globali di protezione

In un contesto in cui si assiste ad una vera e propria corsa agli armamenti cibernetici è chiara l’esigenza di un framework normativo sull’utilizzo di armi cibernetiche riconosciuto a livello globale. Diverse sono le proposte abbozzate in passato, concreta è quella condivisa dal gruppo G7 cyber.

Cyber security, tutti ne parlano, troppi abusano dei suoi termini, i molti non riescono andare oltre all’opportunità di business che questa materia promette di offrire nei prossimi anni.

Da un lato abbiamo una società avida di tecnologia, dall’altra la scarsa consapevolezza della minaccia cibernetica.

Basta sfogliare un giornale per comprende che qualcosa di importante sta accadendo, il numero di attacchi informatici è in inesorabile aumento così come il loro livello di complessità.

A farne le spese è la collettività, cieca dinanzi ad una lenta emorragia che la sta consumando proprio nel momento in cui ritiene che l’evoluzione tecnologica ci possa portare in ogni dove.

La sicurezza informatica è divenuta una questione di sopravvivenza, eppure la quasi totalità dei contribuenti ignora dell’esistenza di una spesa importante per la protezione delle infrastrutture critiche nazionali da attacchi cibernetici. Quando compriamo un’auto ci preoccupiamo del colore e dei vari optional, ma non andremmo mai a pensare di doverci interessare di un sistema di difesa che possa evitare incidenti informatici.

Ogni qual volta utilizziamo un dispositivo connesso alla rete dobbiamo essere consapevoli di essere nel bel mezzo di un campo di battaglia in cui una pletora di attori si confrontano quotidianamente.

Criminali informatici, hacker al soldo di governi, attivisti e cyber terroristi minacciano istantaneamente il nostro vissuto digitale.

Pensiamo che i nostri dispositivi, siano essi smart TV piuttosto che i sistemi di controllo di una infrastruttura critica, sono connessi alla medesima rete sfruttata dai governi per condurre attività di spionaggio, sabotaggio, ed operazioni di guerra psicologica.

Il cyber spazio è stato riconosciuto dalla NATO in luglio come il quinto dominio di guerra, in poche parole l’Alleanza riconosce la possibilità di una risposta militare ad un attacco cibernetico contro uno degli stati che la compongono.

Il cyber spazio è il campo di battaglia, teatro di molteplici conflitti di cui spesso ignoriamo l’esistenza, a combattersi sono governi che utilizzano lo strumento informatico per compromettere i sistemi di stati avversari.

Tali conflitti sono istantanei per definizione, asimmetrici e spesso condotti in periodi in cui non vi sono conflitti in corso tra i contendenti. L’utilizzo di armi cibernetiche è conveniente per molteplici motivi, sono efficaci come le armi convenzionali, sicuramente meno costose, e soprattutto il loro utilizzo non è semplice da attribuire ad uno specifico attore.

Proprio la difficoltà dell’attribuzione di un attacco cibernetico è un nodo cardine dell’odierna disciplina militare. L’uso di un arma cibernetica consente di eludere sanzioni da parte della comunità internazionale nel momento in cui l’attribuzione è difficile, talvolta impossibile.

 

Leggi tutto

La nuova cyber minaccia per la privacy: tutto ciò che sappiamo sui captatori informatici

In un'analisi del Clusit, tutto quello che bisogna sapere sui trojan captatori informatici, usati dai Governi per intercettare su internet. E che rischiano sempre di cadere in mani sbagliate. Come proteggere i cittadini?

All’1.26 del mattino di lunedì 6 luglio 2015, viene inviato il seguente tweet dall’account di Hacking Team, una delle più importanti società italiane di intelligence: “Siccome non abbiamo nulla da nascondere, pubblichiamo tutte le nostre email, i file e i codici sorgente”. Più di un milione di email vengono rese disponibili su WikiLeaks per un totale di 400 Gigabyte di documentazione della società sottratto e pubblicato.

Leggi tutto

Sismabonus, Delrio: ‘classificazione sismica entro febbraio’

L’annuncio durante un incontro con l’Associazione degli edili sul rilancio del settore costruzioni

Le linee guida sulla classificazione sismica degli edifici arriveranno entro febbraio e si rispetteranno i termini indicati dalla legge di Bilancio 2017. Lo ha affermato il Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, durante un incontro con il presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), Gabriele Buia. L’incontro ha riguardato ad ampio raggio la crisi del settore edile, che potrebbe vivere un nuovo slancio proprio grazie agli interventi di riqualificazione e messa in sicurezza.

Leggi tutto


Contatti

G.E.N.I. srl

Via Cav. di Vittorio Veneto, 45

90146 Palermo

+39 091 68894835

+39 347 5955507

info@genisrl.it

Lun-Ven: 9.30 - 18.00

Settori

Qualità

Ambiente

Sicurezza

Shipping

Agroalimentare

Certificazioni di prodotto

Adeguamenti alla normativa CE

About Us

La G.E.N.I. S.r.l. è una società con sede a Palermo formata da professionisti qualificati

La società esercita da diversi anni ed ha eseguito consulenze e progetti relative all'implementazione dei Sistemi Qualità, Ambiente, Sicurezza, progettazione Impianti Elettrici, Certificazione di Prodotti e Perizie Tecniche secondo le varie normative e leggi vigenti ( ISO 9000, ISO 14001, D.Lgs 81/08, legge 37/08 etc..)